Primavera-estate 2021, i colori ai quali non sapremo resistere

Il Pantone Color Institute, la massima autorità mondiale in fatto di colori di tendenza, ha proclamato che per la stagione primavera-estate 2021 ci saranno due tonalità trainanti: l’Illuminating Yellow e l’Ultimate Grey, che secondo l’azienda americana infondono forza e positività generando speranza.

In perfetta sintonia con i due colori principali sono tante le varianti proposte nel guardaroba sia primaverile che estivo, partendo dai toni pastello fino alle sfumature più intense e vibranti. La stagione più amata da tutti noi è sicuramente caratterizzata da un’esplosione di colori.

ODE AL CELESTE

La declinazione cromatica più delicata della palette dei blu, è forse il colore più attraente fra tutti. Infonde una grande serenità e voglia di libertà, una delle nuance più donanti e amate di sempre. Per i popoli medio-orientali (Egizi, Babilonesi ed Ebrei), il colore della divinità era l’azzurro cielo e nel mondo cristiano il manto della Vergine è rappresentato celeste o blu notte, con pregiatissime finiture oro. Il celeste è un must per qualsiasi stagione ma è proprio nel periodo più caldo che performa in maniera eccellente.

GIALLO ILLUMINATE

Una delle due tonalità protagoniste della stagione è proprio il giallo, una nuance in grado di evocare solarità e ottimismo. Nei tempi più remoti al giallo non veniva attribuito nemmeno un significato negativo.

Gli Antichi Greci, infatti, lo usavano negli affreschi parietali ricavandolo dall’ocra mentre gli Antichi Romani lo indossavano negli indumenti per cerimonie e matrimoni. Anche in Asia ed in Sud America questa tonalità è sempre associata positivamente. Giallo non citrino ma di una tonalità delicata fino a spingersi ad una profumatissima sfumatura vaniglia, che crea una nuance quasi impalpabile.

IL DELICATO ROSA

Fino al 1800 il colore rosa era assolutamente adeguato per un uomo, tanto da essere presente nei suoi look. Qualche decennio fa, in una scena molto celebre del romanzo di Fitzgerald, “Il grande Gatsby” si presenta a un pranzo indossando un abito gessato rosa, confermando il fatto che questo colore era molto apprezzato dai giovani dandy americani dell’epoca e, soprattutto, che non era ancora un colore identitario.

Il Rosa si presenta con gentilezza nella palette di stagione, donando ai capi targati PE 2021 leggerezza ed una punta di romanticismo, un trend cromatico che si declina in abiti lunghi con maniche a sbuffo per principesse postmoderne, un colore che può creare capi estrosi, giocosi e soprattutto senza tempo.

L’ELETTRIZZANTE BLU

Non tutti sanno che si tratta di una colorazione in voga già dai primi anni dell’800. Il nome “Blu elettrico” deriva dal colore del lampo e da quel bagliore che viene prodotto proprio dalle scariche elettriche. Per tale motivo si tratta di una tinta molto energica, viva, carica, capace di attirare le energie negative e trasformarle in positive.

Declinato in molteplici sfumature il blu elettrico resta una certezza incrollabile e intramontabile, mantenendo a giusta ragione la pole position tra i colori moda del 2021, caricandosi di riflessi cangianti è la tonalità ideale per look con interpretazioni particolari che giocano con uno stile inconsueto e un gusto retrò.

IL VERDE NATURALMENTE CORRETTO

Bisogna aspettare l’illuminismo, prima, e il romanticismo, poi, per conoscere un nuovo concetto di verde, collegato al mondo vegetale e all’ambiente.

Fra XVIII e XIX secolo si comincia anche a vederlo usato per le scienze, come la farmacia e la medicina, che rivendicano il loro legame con una natura oggettivamente osservata e studiata, da cui si traggono le leggi della chimica e i principi attivi.

Uno dei toni prediletti da stilisti e designer, è ormai presenza fissa delle sfilate nelle ultime stagioni.

Partendo dalle sfumature più sobrie a quelle più intense e luminose, questo colore è senza dubbio il maggior protagonista per il day wear, ma è in grado di aggiungere un plus inedito ai look da sera.

L’APPASSIONANTE ROSSO

l rosso è il primo colore dell’arcobaleno e si pensa sia anche il primo colore percepito dai bambini. In latino “rubens” (rosso) è sinonimo di colorato; è un colore dai molteplici significati sin dai tempi antichi. È primariamente il colore del sangue, dei muscoli, dunque simbolo di vita e vitalità, non per niente gli antichi romani veneravano il Dio Marte il cui colore rosso stava a significare il sangue sparso durante le battaglie. Ed infatti il rosso ci indica il valore dell’aggressività, della voglia di fare, di vincere e primeggiare, della passione, della fiducia in noi stessi. Tutti sentimenti molto forti che indicano uno stato di eccitazione, di fierezza e orgoglio. Simbolo anche di nascita religiosa e di rinascita pagana, il rosso è il colore del Natale, ma anche il colore della regalità; sono noti i mantelli di ermellino rosso delle massime autorità.

Corposo e che sa osare, il colore della passione per antonomasia si preparare a permeare, con le sue mille sfumature, capi ed accessori del guardaroba PE 2021, minigonne o longuette, abiti sinuosi o dal taglio più confortevole, ben si abbiano a micro o maxi borse, sandali o ballerine, parola d’ordine: non passare inosservati.

IL DELICATO LAVANDA

Nel 19esimo secolo, una tintura color lavanda è stata creata accidentalmente da un produttore di colori tessili. Quella tinta raffinata, raramente usata nell’abbigliamento prima d’ora, è diventata in pochissimo tempo un colore di gran moda anche per i capi maschili, iniziando poco dopo a essere associata alle persone omosessuali. Nello stesso periodo perfino Oscar Wilde attribuì a quel colore un significato speciale, definendo “purple hours” (ore viola) i momenti che passava con i suoi amanti a pagamento.

Femminile ma non stucchevole il lavanda può confermarsi a pieno titolo una tonalità delicata ma con carattere. La tinta, presa in prestito dai campi fioriti della bella Provenza, fiorisce su giacche strutturate, gonne volutamente romantiche ed abiti multi tasking. Ben si sposa con tonalità neutre come il bianco e il beige, creando motivi e lavorazioni, quali il vichy.

L’INTRAMONTABILE BIANCO

Il bianco per il suo potere impersonale ed al tempo stesso totalizzante, in tutte le religioni il bianco è il simbolo della divinità, anche il cristianesimo associa la luce alla realtà spirituale. Questo colore evoca la purezza, la verginità e la spiritualità, la luce lunare, il latte e le perle che sono bianche come la cenere e le ossa, ma la simbologia primaria è quella della luce, elemento fondamentale dei miti della creazione.

Una tonalità che non passerà mai di moda, il bianco. Il “non colore” per eccellenza, ormai utilizzato anche per le collezioni invernali, resta una delle tinte d’eccellenza per la bella stagione. Dall’intramontabile camicia bianca, vero simbolo di eleganza innata, ai morbidi pantaloni palazzo, fino a proposte più studiate come capi in pelle sapientemente lavorati, ad abiti in tulle con ricami ton-sur-ton.

IL VIGOROSO ARANCIONE

Il colore viene associato al calore, alla gioia, al vigore, alla salute ed è il simbolo della fantasia, dell’armonia interiore, dell’accoglienza, del tepore, dell’entusiasmo, del divertimento e dell’incoraggiamento. Un tempo nella simbologia cristiana rappresentava il peccato di gola. Nell’induismo ancora oggi simboleggia la rinuncia ai beni materiali e dell’ascetismo. Nella Cabala ebraica significa splendore. In alcune religioni come nel Buddismo simboleggia la rinuncia ai piaceri principeschi e per questo è indossato dai monaci buddisti. In Cina è associato al cambiamento, al movimento e alla felicità. In Giappone simboleggia l’amore. In India è associato all’ottimismo, all’istinto combattivo, alla pulsione sessuale, alla passione e al bisogno di conquista. L’arancione è il secondo centro energetico Chakra. Nell’araldica indica soprattutto forza, onore e generosità.

Sprigiona allegria, energia e non è mai ombroso, l’arancione attira l’attenzione e ci avvolge in una spirale vitaminica, esalta i maglioncini tricot rendendoli dei pezzi unici in grado di valorizzare un look insolito, ma curato, enfatizza l’effetto vedo non vedo di bluse dalle maniche importanti, personalizza in modo indiscusso abiti floreali rendendoli immancabilmente dei must have.

Resistere alla cromo-tentazione sarà un’impresa ardua!