Il capsule wardrobe come soluzione all’indecisione

Potremmo metterci la mano sul fuoco: per molti di voi ogni giorno davanti all’armadio stracolmo di vestiti va in scena la tragedia dal titolo “Che mi metto?”. L’idea di possedere un’infinita quantità di capi d’abbigliamento, accessori e scarpe può essere il sogno di molti, ma in realtà un guardaroba caotico e pieno zeppo di vestiti spesso si rivela uno svantaggio piuttosto che una carta vincente. 

Il nostro consiglio? Accantonate l’idea di avere un armadio che per quantità di vestiario assomiglia più a un negozio di abbigliamento e piuttosto provate a pensare di possedere meno capi ma più mirati, di maggiore qualità, essenziali e senza tempo.  Questa è l’idea alla base del “capsule wardrobe”…. ne avete già sentito parlare? 
 
Si tratta di una “filosofia” nata negli anni 70, tornata particolarmente in voga nell’ultimo anno, che prevede, appunto, la creazione di un guardaroba basato su pochi capi, essenziale ma allo stesso tempo completo che permetta a chiunque di avere un look per ogni occasione, senza possedere un’eccessiva quantità di vestiti. 
Questo approccio minimal vi incuriosisce? Ecco alcune dritte per chi vorrebbe provare ad adottare un capsule wardrobe

Tutto quello che c’è da sapere

Ovviamente, una premessa fondamentale è che un guardaroba-capsula per essere davvero efficacie deve essere composto da capi che vi donano e che vi fanno sentire a vostro agio. Quindi è importate essere ben consapevoli di cosa vi sta davvero bene e quali sono i capi che esaltano la vostra figura.  

Fatta questa dovuta premessa, il segreto per creare outfit differenti e adatti a ogni occasione con solo pochi capi è comprare quelli che possiamo definire “capi chiave”, cioè capi basici, di buona qualità e versatili. 
I capi che posseggono queste caratteristiche hanno il vantaggio di essere semplici da coordinare e soprattutto sono perfettamente intercambiabili tra di loro, dunque, sono ideali per creare tanti look differenti. 

Dal punto di vista cromatico è importante individuare uno schema di colore, l’ideale è scegliere una serie di colori base e trasversali, come il nero, il bianco, il marrone, il blu navy o il grigio, tutti quanti colori che si abbinano facilmente con tutto.  
Prestate però attenzione a quali sono i colori e le tonalità che si sposano meglio con la vostra carnagione, i vostri capelli e vostri occhi. A seconda di questi potrete optare per una palette di colori dai toni più caldi, più freddi oppure neutri. 

Meglio scegliere capi plain in tinta unita e non farsi travolgere dalle diverse fantasie che ogni mese diventano il nuovo trend del momento. In questo modo un capo semplice, di ottima qualità e evergreen potrà essere indossato anche per diversi anni e non solo per una moda passeggera. Ben vengano però pois, righe quadretti, fantasie intramontabili che comunque non passeranno mai di moda. 

 Gli irrinunciabili

Riassumendo un capsule wardrobe che si rispetti contiene capi di abbigliamento di qualità, che non passano di moda, versatili e facili da abbinare. Ma quali sono questi capi?   
Non possono mancare una camicia bianca, alcune t-shirt basic dai toni neutri, un paio di top “speciali” per ogni occasione diversa dalla quotidianità e due maglioni semplici non troppo elaborati. Il tubino nero è intramontabile e si adatta davvero a ogni occasione e un bel pantalone scuro, magari di taglio sartoriale, sarà sicuramente un valido alleato, mentre per i look più casual scegliete un paio di jeans semplici e comodi di un denim di qualità. 
Come capi spalla irrinunciabile un blazer nero, un trench e per la stagione invernale alle porte investite su un bel cappotto che vi durerà negli anni. 

La filosofia del capsule wardrobe vi permetterà di risparmiare denaro, ma soprattutto di trovare l’outfit giusto in poco tempo e a prova di errore, facendovi sentire sempre a vostro agio!